Home » Journal Club » Journal Club – Prof. a.c. Antonio Esposito “Qualche riflessione sul rapporto Professione e Sistema Formativo”

Journal Club – Prof. a.c. Antonio Esposito “Qualche riflessione sul rapporto Professione e Sistema Formativo”

Prof. a.c. Antonio Esposito

Direttore Didattico CdS in TeLaB

Dipartimento di Scienze Mediche, Orali e Biotecnologiche (SMOB) Università degli Studi “G. d’Annunzio” di Chieti-Pescara

ARGOMENTO: Qualche riflessione sul rapporto Professione e Sistema Formativo per assicurare il continuo sviluppo qualitativo dei Corsi di Studio (CdS) delle Professioni Sanitarie (PS) e prevenire l’impoverimento delle Docenze dei Professionisti (dal MED/45 al MED/50) con le sorprendenti modifiche apportate, dal MIUR, al proprio Decreto n°1154 del 14/10/2021 con il Decreto n°2711 del 22/11/2021. Esperienza, non distratta, di 20 anni di Incarichi universitari.

Nei Corsi di Studi di I e II livello delle PS “l’attività formativa pratica e di tirocinio clinico deve essere svolta con la supervisione e la guida di tutori professionali appositamente formati e assegnati ed è coordinata, con incarico triennale, da un docente (DAD) appartenente allo specifico profilo professionale, in possesso della Laurea Specialistica o Magistrale della rispettiva classe, nominato sulla base della valutazione di specifico curriculum che esprima la richiesta esperienza professionale, non inferiore ai cinque anni, nell’ambito della formazione’ (Decreto Interministeriale ‘Determinazione delle classi delle lauree delle professioni sanitarie’ del 19 settembre 2009, Art. 4, Comma 5).

Gli ultimi 2 Decreti hanno analizzato l’aspetto, importantissimo, della “Autovalutazione, valutazione, accreditamento iniziale e periodico delle Sedi e dei CdS” ivi compreso gli aspetti “storici”, mai risolti, delle Docenze a Contratto “riservati” ai Professionisti del SSN (Settori Scientifico Disciplinari dal MED/45 al MED/50) ridefinendone i requisiti numerici minimi.

Il Decreto n°1154 del 14/10/2021 recita (finalmente abbiamo proclamato!!!):

  • Requisito di Accreditamento delle “Figure Specialistiche Aggiuntive”:
    • I livello: n°5
    • II livello: n°3

l’ANVUR indica, con il termine Figure Specialistiche Aggiuntive di settore, “docenza di ruolo od a Contratto affidata a figure con specifica professionalità e competenza secondo quanto definito ed impiegate prevalentemente nelle attività formative caratterizzanti, di tirocinio e laboratori ali”.

Consideriamo, inoltre, che il numero dei CFU “gestiti” dai Professionisti del SSN (Tutor), incaricati dai rispettivi Consigli di CdS, sono:

  • I livello: minimo 60/180 CFU
  • II livello: minimo 30/120 CFU

L’emanazione dell’ultimo Decreto n°2711 del 22/11/2021 (passano solamente 39 gg!!!) recita “rivoluzionando” il precedente Requisito Docenze minime, ovvero:

  • Requisito di Accreditamento delle “Figure Specialistiche Aggiuntive”:
    • I livello: n°1
    • II livello: n°1

Credo, pertanto, sia necessario fare alcune riflessioni sulla Qualità e sul presente/futuro delle PS

nell’Ambito Formativo universitario:

  • il Sistema formativo universitario e le AO/ASL hanno, da sempre, “mal digerito” affidare Incarichi e Funzioni ai Professionisti del SSN;
  • nel Sistema formativo delle PS solamente il 12% dei Docenti universitari appartengono alle Professioni (56/457 in totale MED45-50 ed un “deprimente” 0/171 nel MED46 – Scienze Tecniche Diagnostiche);
  • a quando l’emissione di Linee Guida nazionali, condivise con le Regioni e con gli Organismi Rappresentativi dell’Università, per rendere omogenee le Regole di coinvolgimento delle singole AO/ASL in termini di partecipazione alla sostenibilità dei CdS delle PS?;
  • quando si “capirà” l’importanza della messa a disposizione del Personale del SSN, con funzioni di DAD, Docenti e di Tutor professionali, nella quantità adeguata al numero di studenti per garantire l’efficacia e l’efficienza dei CdS?;
  • con l’Incarico da Bando, i Professori a Contratto sono “a titolo gratuito” per le Università e se sei in una realtà “fortunata” (come la mia) percepisci ben € 25,82, lordi, ad ora di lezione dall’ASL/SSRegionale (ovvero le ex 50.000 Lire stabilite nel CCNL del Comparto di 30 anni fa);
  • con l’incarico di Tutor, forse, una “una tantum” annuale (come la mia);
  • il CCNL (2016/18) solo ora parla apertamente di Funzione Formativa (anche universitaria? “Linee di indirizzo per l’applicazione del CCNL 2016-2018 del comparto sanità – artt 16 -23 relativamente agli incarichi di funzione di tipo professionale del personale”) ma le SS. quanto ci credono? in quante realtà sono state applicate? ….. come l’analoga situazione nell’applicazione della Dirigenza delle 4 Aree (L. 251/00)?;
  • per responsabilità verso il Sistema Paese abbiamo accettato di svolgere le funzioni “fuori orario di servizio” perché prevale l’aspetto Etico nei confronti sia dei Cittadini sia del Futuro delle Professione, fino a quando? ad oggi si evidenzia, purtroppo, una progressiva “fuga” dagli incarichi dei Colleghi (anche in realtà “remunerate” come la mia);
  • gli Ordini e le SS. si sentiranno chiamati in causa?
  • resterà tutto invariato in disprezzo degli Incarichi nel Principio “di Settore” perché CONFIDIAMO, anche noi, nel PNRR, come unico e solo “vaccino” per curare la pandemia italica da “scarsa Cultura per il Futuro”?, Paese dove “La Formazione non è investimento ma spesa” e “Con la Cultura non si mangia”? insensibili all’analisi UE dove “siamo penultimi nella percentuale laureati/popolazione”?;
  • assenza delle Scuole di Specializzazione professionale per permettere di intraprendere la Carriera universitaria con il relativo sostegno economico;
  • ma abbiamo, anche noi responsabilità dirette?:
    • il Percorso Accademico, come attività lavorativa, ignorato dalla Professione;
    • la scarsa propensione alla Ricerca e conseguente scarsa evoluzione professionale;
    • l’assenza di Progetti finalizzati e finanziati dell’Ordine;
    • SS. “distratte” sulle applicazioni territoriali, et altro….

 

Questa la mia sintetica analisi delle criticità confermando la locuzione latina del “Divide et impera” quale miglior espediente per “controllare e governare”…..

 

Chieti, 14/02/2022 Allegati:

  • Decreto MIUR n°1154 del 14/10/2021;
  • Decreto MIUR n°2711 del 22/11/2021;
  • Mozione della Giunta della Conferenza Permanente dei Corsi di Laurea e Laurea Magistrale delle Professioni Sanitarie del 14 Novembre

 

 

 

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi