Home » News » Si celebrano a Riccione i 15 anni di Aitic

Si celebrano a Riccione i 15 anni di Aitic

Ecco il testo del comunicato stampa di apertura del Corso nazionale Aitic di Riccione

Evento di grande spessore per tutto il mondo dei tecnici di laboratorio oggi a Riccione, con il corso nazionale che coincide con i 15 anni di Aitic, l’associazione che raggruppa i tecnici di laboratorio biomedico. All’Hotel Mediterraneo riuniti oltre 200 tecnici per un evento che unisce celebrazione, aggiornamento tecnico e professionale e anche un pizzico di divertimento.

«Dare continuità e qualità alla formazione è un nostro dovere perché è anche sulla nostra preparazione professionale che si basano diagnosi e ricerca in Anatomia patologica», dice la presidente nazionale Aitic Teresa Ragazzini. «Abbiamo fatto dei grandi passi in avanti dal giugno 2002, quando alcuni tecnici di provenienze diverse decisero di investire sulla formazione professionale del Tecnico di Laboratorio biomedico che esercita il proprio lavoro nei laboratori di Anatomia patologica».

L’idea da cui nasce l’associazione è aprire un dialogo con i colleghi sui temi tradizionali del laboratorio di Anatomia Patologica (citologia e istologia) ma anche e soprattutto sulle sfide del laboratorio legate all’innovazione metodologica e tecnologica (immunoistochimica, biologia molecolare), alla strumentazione (processazione, tracciabilità e passaggio al digitale) e sicurezza per gli operatori (sostituti dei prodotti tradizionali in uso). Un’avventura iniziata, nella prima sede di Via Grossich 16 a Milano, e che ha portato AITIC a raggiungere traguardi importanti.

Trascorsi 15 anni di vita associativa, ad esempio, la costituzione del gruppo di lavoro “AITIC-Academy”, permetterà di aprire un dialogo costante e continuativo con il mondo dell’Università e delle Aziende. Questo è solo l’ultimo passaggio di un nuovo ed importante traguardo che AITIC ha deciso di raggiungere, per lo sviluppo professionale del Tecnico di Laboratorio biomedico.

Grande spazio anche per i giovani al Corso nazionale di Riccione che, iniziato il 16 maggio, si concluderà venerdì 19. Oltre alle sessioni plenarie e ai sei laboratori didattici, l’evento proporrà una sessione basata sulle comunicazioni orali presentate dai partecipanti e varie sessioni poster. Una novità di quest’anno è rappresentata da un bando, riservato a tecnici o studenti universitari che potranno presentare una nuova tecnica di approccio istologica e/o citologica. La commissione scientifica premierà la metodica più interessante e innovativa.

 

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi