Home » News » Da dove nasce (e verso dove vuole andare) il convegno SITLaB di Matera

Da dove nasce (e verso dove vuole andare) il convegno SITLaB di Matera

Pubblichiamo molto volentieri il contributo di Saverio Stanziale, presidente SITLaB, in vista del convegno “Who we are What we do What we want” di Matera.

 

Si terrà il 3 e 4 ottobre a Matera il primo incontro sul tema “Who we are What we do What we want” per capire meglio il nostro presente, il futuro e il futuribile, organizzato da SITLaB, la società scientifica dei TSLB. Saranno presenti la dottoressa Teresa Ragazzini presidente Aitic e la dottoressa Carla Fasson presidente Iblast.

Il convegno nasce dalla volontà di collaborazione con Aitic, FITeLaB e Iblast, spiega il presidente Stanziale, e dalla sensazione che oggi dopo l’avvento delle Leggi Gelli e Lorenzin sia necessario “coagulare” un unico pensiero scientifico. «La nostra idea», riferisce Stanziale «è dare una risposta ai professionisti che operano nei laboratori delle varie discipline attraverso le linee guida sulle nuove competenze professionali della società scientifica, facendo emergere proposte organizzative che esprimono al meglio le innovazioni tecnologiche e tecnico-scientifiche».

Il 3 ottobre lo dedicheremo a discutere le tendenze attuali, le sfide future e le proposte emergenti nelle Work Laboratory Station.

Si affronterà l’agire politico-sanitario della società scientifica; si analizzerà a fondo questa tematica, con particolare attenzione alle esperienze delle comunità scientifiche e professionali Aitic, FITeLaB e Iblast. Un’opportunità per condividere scelte ambiziose e riflettere sull’obiettivo dichiarato che è quello di essere il riferimento a livello nazionale sulle questioni tecnico-scientifiche da molteplici punti di vista.

Il 4 ottobre i professionisti potranno partecipare ad una delle quattro sessioni: Anatomia patologica (Aitic), Microbiologia (Iblast), Farmacia e Trasfusionale (FITeLaB). Qualità e Metodologia saranno i concetti che stanno acquistando un ruolo sempre più centrale nel moderno processo di competizione tra tecnologia e professionalità.

Senza entrare nel merito di ciascuna definizione, si può affermare che la qualità è caratterizzata da un intrinseca multidimensionalità contestualmente allo specifico professionale.

In un’ottica microeconomica che pone tra i suoi pilastri fondanti la sovranità dell’utente/paziente, per identificare le attese (expectations) e per garantire le prestazioni (performance), SITLaB intende fornire uno strumento fondamentale, ovvero un manuale delle competenze specialistiche del TSLB, che possa misurare i vari settori tecnico – diagnostici.

Saverio Stanziale

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi