La FISH come metodica fondamentale nella routine diagnostica in Anatomia Patologica

Napoli, 25 Novembre 2019

Considerata metodica ancillare di limitata applicazione in ambito oncologico sino a qualche tempo addietro, la FISH oggi viene utilizzata quotidianamente nei laboratori di Anatomia Patologica come ausilio diagnostico e per l’identificazione di biomarcatori prognostici/predittivi di risposta alla terapia. Alla luce del ruolo cruciale della FISH nella diagnosi differenziale, nella prognosi e nella selezione di pazienti eleggibili a terapie mirate, il Convegno si propone di affrontare e dibattere le principali criticità connesse al suo attuale utilizzo nella pratica clinica oncologica.

Linee guida, problematiche non solo diagnostiche ma anche tecniche verranno analizzate sia per i tumori solidi che per le patologie oncoematologiche. Il Convegno sarà articolato in due sessioni, in particolare nella prima saranno analizzate le applicazioni della FISH nei tumori solidi, quali la determinazione della perdita delle regioni 1p/19q per i tumori cerebrali, la valutazione dello stato di ALK e ROS1 per i tumori del polmone sino all’utilizzo delle sonde FISH per i tumori dei tessuti molli.

Nella seconda sessione l’attenzione sarà rivolta alle applicazioni della FISH nella pratica clinica oncoematologica, con particolare riferimento al suo utilizzo nei linfomi per l’identificazione dei riarrangiamenti dei geni MYC, BCL2, BCL6 al fine di definire linfomi “double/triple hit” e nel mieloma multiplo per l’identificazione delle delezioni 17p/1p/1q e delle traslocazioni del gene IGH.

In relazione all’emergente necessità di una caratterizzazione sempre più ampia del profilo molecolare del paziente oncologico, verranno presentate nuove sonde e discusse le sonde “multitarget” sottolineando ancora come la FISH abbia non solo mantenuto ma anzi ampliato gli orizzonti del suo utilizzo nella routine diagnostica in Anatomia Patologica. Nel Convegno in oggetto gli argomenti verranno affrontati da esperti del settore non semplicemente in maniera didattica frontale ma anche attraverso discussioni interattive tra gli stessi relatori e l’uditorio.

In conclusione, i partecipanti potranno acquisire le informazioni relative agli attuali approcci nel contesto oncolologico della FISH dagli aspetti tecnici, alla sua interpretazione e, infine, alle possibili innovazioni da introdurre nella pratica clinica.

Save the Date

~5 MB


Programma scientifico

~0.6 MB


Scheda d’iscrzizione

~0.2 MB


Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi